QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Dal 26 al 28 ottobre è Festa della Montagna UOEI


Dal 26 al 28 ottobre è Festa della Montagna UOEI
Edizione numero cinquantuno per la Festa della Montagna UOEI che torna a Faenza con tre incontri a ingresso libero. Tra gli sponsor della Festa anche La Bcc ravennate, forlivese e imolese
Dopo aver tagliato il traguardo del mezzo secolo, la Festa della Montagna dell'Uoei Faenza, torna dal 26 al 28 ottobre con la 51esima edizione. Alla sala Zanelli del centro fieristico, in viale Risorgimento 3, saranno tre gli incontri, tutti con inizio alle ore 21 e a ingresso libero.

Giovedì 26 ottobre
il giornalista, scrittore e uomo di montagna torinese Enrico Camanni nella serata intitolata “Mal di montagna” presenterà i suoi due ultimi libri: “Il desiderio di infinito” (vita di Giusto Gervasutti) e “Storia delle Alpi”. Fine narratore, Camanni ha aperto una decina di vie nuove e ripetuto circa 500 itinerari di roccia e ghiaccio
sulle Alpi.
 
Venerdì 27 ottobre, saranno protagonisti fratelli Martin e Florian Riegler (nella foto) i due fratelli campioni
di arrampicata di Bolzano che dell'attitudine a superare il proprio limite hanno fatto una filosofia di vita. Martin, classe 1980, e suo fratello Florian, classe 1982, hanno puntato sempre a un solo obiettivo: aprire vie nuove. Il titolo della serata “Fratelli di cordata” richiama il libro che ripercorre la loro vita, dalle prime esperienze in parete, alla sempre più forte passione per la scalata.
 
Sabato 28 ottobre il gran finale dedicato allo sci e agli sport invernali. Ci sarà Stefano Gross, campione di slalom speciale che in Coppa del Mondo ha conquistato una vittoria, quattro secondi e tre terzi posti. “Sabo” continua la tradizione degli atleti azzurri della Val di Fassa, che da anni è il centro federale Fisi della Nazionali
italiane di sci alpino e si distingue per l'organizzazione di eventi sportivi di alto livello.
Così sarà per i Campionati Mondiali Junior di sci alpino 2019 presentati in anteprima a Faenza, grazie al segretario generale del Comitato Organizzatore, Fabio Bazzanella e al direttore dell'Apt Val di Fassa, Andrea Weiss
che accompagneranno Gross.
Val di Fassa è anche sinonimo di escursioni e scalate: a questo è dedicato il progetto “Rifugio Cardioprotetto” per dotare i rifugi alpini Sat di un defibrillatore semiautomatico che viene sostenuto dalla vendita del libro “Montagne senza vetta. Il coraggio di sentirsi liberi” che sarà illustrato dall'autore Massimo Dorigoni al termine della serata.

Giuseppe Sangiorgi

Indietro   Stampa