QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Secondo appuntamento con Incanto Dante


Secondo appuntamento con Incanto Dante
Prosegue il viaggio musicale dedicato al Sommo Poeta, domenica 11 febbraio alle ore 18.30 nella Basilica di San Francesco a Ravenna
La Cappella Musicale della Basilica di San Francesco presenta il secondo appuntamento della rassegna “Incanto Dante” domenica 11 febbraio alle ore 18.30 nella Basilica di San Francesco di Ravenna.

Il viaggio narrativo nell'opera dantesca prosegue con i canti IV – V – VI dell'Inferno.
Chiara Lagani e Consuelo Battiston di E-production/Fanny&Alexander hanno curato il coordinamento delle letture, che si alterneranno a commenti musicali della Cappella Musicale con un'introduzione a cura di Rodolfo Sacchettini e immagini scelte dal Centro Dantesco di Ravenna.

"Continua il nostro percorso nella Divina Commedia" - dichiara il Direttore della Cappella Musicale, Giuliano Amadei ­- "un itinerario che andrà ad esplorare il Limbo, ovvero il primo dei nove cerchi infernali, quello dedicato a chi si strugge nella ricerca di Dio senza possibilità di trovarlo. Il IV canto è molto spirituale, ma è anche un esempio di quanto la poetica dell'Alighieri sia profondamente attuale. Usciti dal Limbo gli spettatori, attraverso la suggestione delle parole, verranno condotti all'incontro di Paolo e Francesca, una delle coppie di amanti più celebri di tutta la letteratura italiana. In questo quinto canto dell'Inferno si trova tutta la potenza dei versi danteschi, per questo il commento musicale è particolarmente importante. Eros e Thanatos si rincorrono per tutto il tempo, per cui abbiamo cercato di rendere l'esperienza immersiva nel modo più coinvolgente possibile. Vorremmo che le parole arrivassero agli spettatori nella loro potenza evocativa. Si tratta di uno dei passaggi più famosi della Commedia, dove Dante esprime, forse, il massimo coinvolgimento.
Parole e musica si alterneranno alle immagini scelte dal Centro Dantesco di Ravenna per rappresentare al meglio questa scena così densa di significati. Non a caso il poeta, all'ingresso del terzo cerchio, dopo aver lasciato i due amanti parla di 'al tornar de la mente, che si chiuse dinanzi a la pietà d'i due cognati, che di trestizia tutto mi confuse'.
Un Dante frastornato entra quindi nel girone dei golosi, dove l'attende Ciacco, un fiorentino illustre a cui l'Alighieri pone domande sulle sorti ultraterrene di importanti concittadini. È considerato uno dei canti 'politici' per eccellenza. Questo secondo appuntamento della rassegna, particolarmente significativo per i temi trattati, rappresenta perfettamente la filosofia del progetto culturale dedicato alla Divina Commedia che proponiamo; si tratta di un viaggio che accompagna gli spettatori a scoprire la modernità del pensiero dantesco attraverso una staffetta di voci, musica e immagini. L'introduzione di Rodolfo Sacchettini servirà al pubblico a comprendere meglio i canti che verranno affrontati durante la serata: le letture di brani scelti saranno interpretate da Consuelo Battiston e Gianni Farina."


Indietro   Stampa