QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI "COOKIE": VUOI SAPERNE DI PIU'?   

'Sport, salute e socialità'


Nel convegno del 24 febbraio a Ravenna si parlerà di come migliorare la qualità della vita nella disabilità attraverso lo sport
L'evento, promosso dal comitato provinciale del Centro Sportivo Italiano (in collaborazione con il
Solco e la Coop La Pieve) mira a sensibilizzare e promuovere l'accesso regolare alla pratica motoria
continuativa per le persone con disabilità. L'accesso regolare alla pratica motoria continuativa di sport
strutturati e alle occasioni di socializzazione ad essi collegate contribuisce infatti, per ogni persona e
ad ogni età, alla promozione armonica di fondamentali dimensioni della qualità di vita quali la salute
fisica, le competenze per l'autonomia personale, l'autostima e la capacità di autodeterminazione, le
capacità relazionali, la dimensione complessiva della socialità come ambito di realizzazione della
personalità individuale.
 
A maggior diritto per le persone con disabilità la promozione della pratica sportiva, dalle attività
motorie supportate all'accesso regolare ai contesti sportivi ordinari della comunità, costituisce una
integrazione preziosa alle reti di sostegno strutturate per la dimensione lavorativa e per l'abitare già
proprie del nostro territorio, valorizzandone e accrescendone la vocazione alla promozione continua
delle competenze e autonomie personali e delle opportunità di accesso ai contesti di vita e socialità
naturali. Nel corso della mattinata si susseguiranno vari interventi istituzionali, mentre tra gli
operatori del campo prenderà per primo la parola Antonio Buzzi, presidente della Coop Solco
Ravenna, che illustrerà per appunto l'importanza ai fini dell'integrazione della pratica sportiva. A lui
seguirà Alessandro Bondi, presidente del CSI Ravenna, il quale presenterà il corso per operatori
sportivi per la disabilità che vedrà il 20 febbraio prossimo partire la seconda edizione. Sarà poi la volta
di Doris Cristo, dirigente dell'ufficio scuola regionale, e responsabile dell'ufficio integrazione che
parlerà in merito alla pratica sportiva come facilitatore dell'integrazione anche nel mondo della scuola.
Dopo questi primi tre relatori si alterneranno altri relatori provenienti dal mondo cooperativo che
riporteranno la loro esperienza quotidiana, nonché il racconto di esperienze già messo in campo, con
la partecipazione di rappresentanti delle Istituzioni e dell'AUSL Romagna.

>> SCARICA IL PROGRAMMA

Indietro   Stampa